Riccardo Prosperi

2000-2007

Riccardo Prosperi, in arte Simafra, inizia a dipingere già nel 2000, lavorando per una famosa bottega fiorentina di restauratori e contemporaneamente studiando con il professor Ottavio Troiano.
A partire dal 2004 partecipa ai primi concorsi e collettive in Toscana e nel giro di pochi anni inizia ad esporre in Italia e all’estero.

2008-2014

Tra il 2008 e il 2010 soggiorna a Parigi e successivamente in Germania, collaborando al contempo con numerose gallerie: nel 2009 lavora con la galleria Ken’s Art di Firenze, l’anno successivo con la Galerie Golkar di Bonn e con la Infantellina Contemporary di Berlino. Nel 2011 l’artista torna, invece, a Firenze, dove espone presso Le Murate e presso la Galleria Il Bisonte.
Nel 2012 partecipa ad Art Arsenal, la biennale internazionale di Kiev e fonda a Firenze La Bottega Moderna, spazio culturale indipendente e atelier dell’artista.
Il 2013 lo vede spesso impegnato a Londra: qui partecipa prima alla collettiva Odds & Sods presso la galleria Art Moor House e successivamente espone presso la galleria Cadogan Contemporary.
Nel 2014, infine, inizia collaborare con la galleria Virginie Barrou Planquart di Parigi.

2015

simafra_riccardo_prosperi

Nel marzo di questo anno, la galleria parigina Virginie Barrou Planquart ospita la sua prima mostra personale, e con la stessa galleria partecipa a numerose fiere in Europa.
A maggio dello stesso anno presenta, all’interno di Palazzo Panichi a Pietrasanta, il suo progetto Le Quattro Stagioni, quattro tele di dimensioni monumentali, esposte successivamente anche a Firenze, nel prestigioso contesto di palazzo Gianfigliazzi-Bonaparte.
A dicembre 2015 alcune sue opere vengono scelte dalla Maddox Gallery di Mayfair, Londra, per partecipare alla collettiva “Art Fusion”, con cui la galleria inaugura la sua attività.

2016

simafra_riccardo_prosperi

Dal 2016 collabora stabilmente con la Maddox Gallery di Londra, con la quale partecipa alla Houston Art Fair, e la Galleria Russo di Roma-Istanbul. Nello stesso anno prende parte alla collettiva Erranti Erotici Eretici, organizzata dalla Fondazione Vacchi presso il Castello di Grotti, a Siena e torna, al contempo, ad esporre a Pietrasanta, presso la Ex-Marmi, che ospita in agosto la personale Humus. Sempre nel 2016 lavora alla sua prima installazione site-specific, intitolata Autostima ed esposta all’interno della collettiva Ecosistemi presso la Fondazione Biagiotti Progetto Arte di Firenze.

2017

Il 2017 di Simafra si apre con Eden, prima personale dell’artista a Londra, ospitata a Gennaio dalla Maddox Gallery. La stessa galleria lo inserisce successivamente nella collettiva Modern Masters. Sempre con la Maddox Gallery partecipa, poi, ad Art Across Borders, fiera internazionale del Bahrain, mentre la Galleria Russo lo inserisce tra gli artisti ospitati nel proprio stand per Arte Fiera, a Bologna. A maggio dello stesso anno presenta a Roma, presso la Galleria Russo, una nuova serie di opere raccolte nella mostra personale intitolata Aequilibrium.

2018

Nel 2018 l’artista realizza, dopo un breve soggiorno finlandese, una serie dedicata alla Lapponia: un’opera entrerà a far parte della prestigiosa collezione “Alessandro Grassi”, la quale andrà in prestito al Centro per l’Arte Contemporanea “Pecci” di Prato. Contemporaneamente altre due opere parteciperanno alla collettiva all’interno del Museo di Kakslauttanen in Finlandia. In collaborazione con la Galleria Russo di Roma partecipa ad “ArteFiera” a Bologna e “Art Verona”. Viene inoltre contattato dalla redazione di “Exibart”, che lo inserisce nella pubblicazione “222 Artisti emergenti su cui investire nel 2018”.

2019

Il 2019 inizia un nuovo percorso negli States, tramite la galleria londinese Maddox, ed inizia ad esporre nella loro nuova galleria di Los Angeles. Contestualmente inizia una nuova collaborazione con la galleria Belvedere Art Space di Beirut.
A marzo dello stesso anno, la Maddox Gallery di Mayfair a Londra organizza l’evento “An afternoon with Simafra”, in cui espone alcune nuove tele dell’artista.
In collaborazione con la XXV edizione di Artigianato e Palazzo, dal titolo “Memorie di Russia a Firenze”, Simafra realizzerà 10 sculture del ciclo “Madre Terra” che verranno esposte all’interno del Giardino Corsini a Maggio 2019.